La manutenzione degli estintori: tipologie e norme vigenti


La manutenzione delle attrezzature antincendio è un obbligo a carico del datore di lavoro.

La norma tecnica di riferimento per la manutenzione degli estintori è la norma UNI 9994/1 2013, "Apparecchiature per estinzione incendi; estintori d'incendio; manutenzione".

Questa norma indica le periodicità degli interventi di manutenzione e le modalità di esecuzione.
Nello specifico sono previste 4 fasi di manutenzione:
- Sorveglianza (punto 4.4 norma UNI 9994/1 2013)
- Controllo (punto 4.5 norma UNI 9994/1 2013)
- Revisione (punto 4.6 norma UNI 9994/1 2013)
- Collaudo (punto 4.7 norma UNI 9994/1 2013)

1) Sorveglianza
Consiste nella esecuzione, da parte di personale interno all'azienda, di alcuni accertamenti:
- l'estintore sia presente e segnalato con apposito cartello;
- l'estintore sia chiaramente visibile, immediatamente utilizzabile e l'accesso allo stesso sia libero da ostacoli;
- l'estintore ed il suo supporto siano integri;
- l’estintore non sia manomesso.
La periodicità dell’attività di sorveglianza è definita dalla persona responsabile in relazione al rischio di incendio presente.

2) Controllo periodico
Consiste nella esecuzione, da parte di personale esterno specializzato e riconosciuto (persona competente) e con frequenza semestrale, di una verifica dell'efficienza dell'estintore portatile o carrellato tramite una serie di accertamenti tecnici specifici a seconda del tipo di estintore.

3) Revisione programmata
Consiste nella esecuzione, da parte di personale esterno specializzato e riconosciuto, di una serie di accertamenti ed interventi per verificare e rendere perfettamente efficiente l'estintore. Tra questi interventi (tutti elencati all'art. 5.3 della UNI 9994:2003), è inclusa la ricarica e/o sostituzione dell'agente estinguente presente nell'estintore (polvere, CO2, schiuma, ecc.).

4) Collaudo
Consiste in una misura di prevenzione atta a verificare, da parte di personale esterno specializzato e riconosciuto, la stabilità del serbatoio o della bombola dell’estintore tramite prova idraulica. L’attività di collaudo deve comportare l’attività di revisione.